Sei un professionista del settore?

L’accesso alla visualizzazione dei prodotti e al materiale informativo è riservato agli operatori del settore in ottemperanza alla legislazione vigente.

Decreto Legislativo 24 febbraio 1997, n°46 Articolo 21 1. E’ vietata la pubblicità verso il pubblico dei dispositivi che, secondo disposizioni adottate con decreto del Ministro della Sanità, possono essere venduti soltanto su prescrizione medica o essere impiegati eventualmente con l’assistenza di un medico o di altro professionista sanitario.

2. La pubblicità presso il pubblico dei dispositivi diversi da quelli di cui al comma 1 è soggetta ad autorizzazione del Ministero della Sanità. Sulle domande di autorizzazione esprime parere la Commissione di esperti prevista dall’articolo 6, comma 3, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 541, che a tal fine è integrata da un rappresentante del Dipartimento del Ministero della Sanità competente in materia di dispositivi medici e da uno del Ministero dell’Industria, del commercio e dell’artigianato.

Distribuzione
prodotti biomedicali
Novità 2019!!! / Intolleranze alimentari - Service in laboratorio
PROFILER IgG4 - Test per intolleranze alimentari in service
PROFILER IgG4 - Test per intolleranze alimentari in service
PROFILER IgG4 - Test per intolleranze alimentari in service
PROFILER IgG4 - Test per intolleranze alimentari in service

PROFILER IgG4 è l'innovativo test per le intolleranze alimentari che può essere eseguito a richiesta del paziente su pannelli da 80120 o 160 alimenti selezionati tra quelli che sono più frequentemente legati alla comparsa di sintomi da intolleranze alimentari e tenendo conto anche della sempre maggiore diffusione in Italia del consumo di prodotti tipici di altre culture gastronomiche (scarica l'allegato per consultare l'elenco degli alimenti analizzati).

Il test si esegue grazie ad un pratico kit di prelievo di sangue capillare su tampone secco, facilissimo da utilizzare anche a casa. In soli 4-5 giorni è possibile conoscere il proprio "profilo" IgG4 relativamente al numero di alimenti scelto dal paziente.

Ciò è utile in tutti i casi di sospetta "intolleranza alimentare", termine con il quale si intende una serie di reazioni non tossiche dovute al consumo di alimenti che possono causare fenomeni infiammatori e di perdita di permeabilità di membrana a livello intestinale. Queste forme di ipersensibilità alimentare sono ben distinte dalle intolleranze in senso stretto (glutine e lattosio) ma anche dalle allergie. Indicazioni su casi di presunta celiachia, intolleranza al lattosio o allergia possono essere ottenute soltanto mediante specifici test.

Una parte sempre crescente della popolazione mondiale mostra reazioni a vari gruppi di alimenti assunti con la dieta ed il numero di pazienti con intolleranze alimentari è in crescita costante.

I sintomi possono essere molto diversi tra loro e comparire con un ritardo di alcuni giorni rispetto all'assunzione degli alimenti che li hanno causati. Generalmente si tratta di disturbi a carico del tratto gastrointestinale, ma si possono avere anche problemi di tipo digestivo, dermatiti, insonnia, stanchezza cronica, mal di testa, dolori muscolari, ecc.

Poichè la correlazione tra l'assunzione di un alimento e la comparsa dei sintomi non è sempre evidente, capire come risolvere il problema può essere spesso difficile: da qui nasce la necessità di affidarsi ad uno strumento attendibile per individuare la causa di un determinato disturbo.

La reazione dell'organismo all'assunzione di alcuni alimenti determina uno squilibrio a livello dell'apparato digerente e nel sistema immunitario ed i problemi possono nascere soprattutto quando, ad esempio, le abitudini alimentari cambiano o la dieta non è ben diversificata.

Perché dosare il livello delle IgG4? Perché le immunoglobuline IgG4 sono un importante sensore della tolleranza ad un alimento e dello stato di irritazione intestinale. Un elevato livello di IgG4 è spesso indice, infatti, di un intestino "stressato" da cause che non sono necessariamente legate al consumo di alimenti non ben tollerati. Cause frequenti possono essere lo stress (fisico, psicologico o di altra natura; in tal caso può essere utile effettuare un test per i livelli di cortisolo), allergie, oppure, ad esempio, altre condizioni come la sindrome del colon irritabile (IBS) o le cosiddette IgG4 Related Diseases (IgG4-RD). In ogni caso, proprio per valutare tutte queste possibilità ed evitare di trarre conclusioni errate, è importante che la situazione sia valutata da uno specialista.

Un aspetto importante spesso sottovalutato è che nessuno dovrebbe iniziare una dieta di propria iniziativa senza essere seguito da uno specialista, poiché una dieta non ben equilibrata può causare gravi problemi di salute.

PROJECT S.r.l.   Società commerciale specialista nel settore biomedicale
  • 41125 Modena (MO) ITALY
  • Viale Amendola, 508
Contatti
  • Tel. (0039) 059_ 24 43 98
  • Fax (0039) 059 43 31 32
Info